11-12 Settembre, comune di Roccafluvione
DIREZIONE ARTISTICA DI PIETRO ALBÌ e FRANCESCO ELEUTERI

Sabato 12 Settembre nel giardino dell’Ex Asilo di Roccafluvione si è conclusa la Decima edizione del Fluvione Film Festival, promossa dall’associazione Arci Area54. In via eccezionale la serata si è svolta sotto forma di intervista video ai registi e agli attori alla sola presenza degli organizzatori a causa di un imprevisto insorgere di più casi covid-positivi nel territorio del Comune di Roccafluvione per cui non è stato possibile proiettare i cortometraggi di fronte al pubblico. Anche questa edizione è stata presentata e condotta dall’autore e attore Francesco Eleuteri, direttore artistico del festival, da questo biennio in sinergia con l’autore e sceneggiatore Pietro Albì, grande valore aggiunto della rassegna.

La serata è stata preceduta, venerdì 11 Settembre, dall’apertura del festival svolta all’agriturismo La Rocca di Casebianche, borgo del comprensorio di Roccafluvione, con la proiezione della sezione documentaristica AppenninoDoc e la sezione Fuori Limite, curate dall’ecomuseo del Monte Ceresa. Prima delle proiezioni l’associazione The Habitual Tourist ha moderato un convegno sulla storia locale con la presentazione del libro “Borghi da scoprire”: la valorizzazione del territorio e soprattutto delle aree interne e montane promossa non solo con il cinema ma anche con lo sguardo rivolto ai percorsi storici che hanno attraversato. Durante la serata premiato anche il miglior videoclip musicale a cura della onlus Il Raggio Verde.

L’agriturismo La Rocca di Casebianche con sullo sfondo il borgo di Perseraca, splendida cornice della prima serata del Fluvione Film Festival 2020

Come ogni anno è stato assegnato il FLUVIUS PETRAE, la scultura realizzata artigianalmente dall’artista Ottavio Eleuteri. Attribuiti anche il premio Area 54 assegnato dal circolo Arci locale e il Premio “Cittadinanza e legalità” decretato dall’IStituto Storico per il Movimento di Liberazione delle Marche e dell’Età Contemporanea e sono stati assegnati diversi premi speciali dall’Associazione VIVIAMO Roccafluvione, nuovo partner dell’iniziativa.

La manifestazione è sostenuta dal Comune di Roccafluvione, con il supporto di Bim Tronto e Arci Marche e si svolge grazie alle tante associazioni partner della manifestazione.

Francesco Eleuteri con Rebecca Liberati, miglior attrice per Spera Teresa di Damiano Giacomelli

Questi i premi finali tra le opere selezionate giunte in finale:

SEZIONE CORTO LIBERO NAZIONALE; ARCI AREA 54 (INCLUSIONE E INTEGRAZIONE); CITTADINANZA E LEGALITA’; PREMI E MENZIONI SPECIALI:

  • 3 Sleeps di Cristopher Holt vince il Fluvius Petrae (Miglior film assoluto)
  • Chedly di Francesco Castellaneta vince Sezione Corto Libero (Miglior cortometraggio nazionale)
  • Inverno di Giulio Mastromauro vince la Miglior Fotografia
  • Lost & Found di Andrew Goldsmith e Bradley Slabe vince Migliore Sceneggiatura
  • Biagio di Matteo Tiberia vince Miglior Commedia
  • Spera Teresa di Damiano Giacomelli, Miglior opera di regista marchigiano (Corto di Marca)
  • Miglior attrice protagonista: Rebecca Liberati con Spera Teresa
  • Migliore Attore protagonista: Riccardo de Filippis con Il primo giorno di Matilde di Rosario Capozzolo
  • Menzione Speciale Cinema&Territorio per Arturo di Stefano Teodori e Valerio Narcisi
  • Premio Giovanile & Migliore Sceneggiatura non originale per Era Lui di Diego Monfredini
  • Premio Area54 per A livella de’ criature di Angelo Borruto e Pierfrancesco Borruto
  • Premio Cittadinanza & Legalità (Istituto di Storia) per Il muro bianco di Andrea Brusa e Marco Scotuzzi

menzionato il cortometraggio La grande onda di Francesco Tortorella

Premi assegnati dal Comune di Roccafluvione per le tematiche sociali:

  • Apollo 18 di Marco Renda
  • Senza di me di Alessandro Cialli

Il premio della giuria giovanile è stato assegnato dalle più giovani collaboratrici del festival, queste opere sarebbero state sottoposte anche al premio della giuria popolare e studentesca che è stato annullato per le ragioni già esposte ma che verrà riproposto in data da definire con comunicazione tempestiva agli autori.
Ecco l’elenco dei corti selezionati per il premio della giuria giovanile:
Era lui di Diego Monfredini (vincitore), Dys-play di Tito Laurenti e Roberto Calabrese; Blu di Paolo Geremei; Exam di Sonia K. Hadad; il Nido del cuculo di Thomas Perathoner; Luce & me di Isabella Salvetti; La grande onda di Francesco Tortorella; Uonted di Daniele Bonarini; Stardust di Antonio Andrisani; Ape regina di Nicola Sorcinelli.

proiezione in anteprima dei documentari della sezione AppenninoDoc ad Agelli nel corso di Distanze D’Arte, settembre 2020

I premi assegnati dall’ecomuseo del Monte Ceresa:

APPENNINO DOC (miglior documentario sulla montagna appenninica)

  • Primo Premio: Dia Silla di Paolo Buatti
  • Menzione e Secondo premio: Tra polvere e silenzio di Stefano Teodori
    Premio speciale VIVIAMO Roccafluvione: Uomini, donne, terre ed animali di Stefano Teodori
    n.b. precisiamo che si tratta di due distinti filmaker che si chiamano entrambi Stefano Teodori.

FUORI LIMITE (miglior documentario nazionale ed internazionale)

  • Primo premio ex aequeo:
    Viva presidio di Andrea Lazzari
    Il treno di Massimiliano Speri

Premio speciale VIVIAMO Roccafluvione: Viva presidio

VIDEOCLIP MUSICALI (premio assegnato dall’associazione Raggio Verde)

  • Primo premio: Ginnico di Babbutzi regia di Andrea Giancarli

Premio speciale VIVIAMO Roccafluvione: Polvere e sassi nel cuore di Andrea Petrucci

I cortometraggi e i documentari vincitori e menzionati verranno proiettati in pubblico quando la fase emergenziale sarà superata e sarà possibile visionarli in sicurezza.